Cerca
  • andreascarchilli

Il Piano di Roma del '62 - '65: l'evento del 10 dicembre


Nell’ambito degli incontri collegati alla mostra al MAXXI di Roma sul Novantennale dell’Istituto Nazionale di Urbanistica si terrà il 10 dicembre prossimo, dalle ore 17, il seminario “Roma: il Piano del '62-'65, l’Asse Attrezzato, lo sviluppo verso il mare”, che come gli altri si svolgerà in presenza e online. Il seminario propone una riflessione su un passaggio importante nel percorso di sviluppo e pianificazione della città di Roma. Il piano del '62 - '65, per i suoi contenuti e l’intenso dibattito politico e disciplinare che ha accompagnato la sua approvazione, rappresenta una esperienza di rilevanza nazionale. Parteciperanno all'incontro: Rosario Pavia, Piero Ostilio Rossi, gli ex assessori Giovanni Caudo, Domenico Cecchini, Luca Montuori e Walter Tocci (già vicesindaco di Roma). Si legge nella presentazione: “Il Piano urbanistico di Roma del 1962, approvato nel 1965, rappresenta un momento importante non solo per lo sviluppo della capitale, ma per l’urbanistica del Paese. Il Piano coordinato da Luigi Piccinato poneva temi di fondo: il dimensionamento, la riorganizzazione della mobilità urbana, la salvaguardia del verde e del centro storico e del patrimonio culturale, il decentramento delle attività direzionali, l’Asse Attrezzato come infrastruttura capace di incidere sulla forma alla città”.

Il curatore del seminario, Rosario Pavia, sottolinea l’importanza di “una riflessione sull’inerzia di un piano che è rimasto vigente fino al 2008, ma che in realtà dura ancora oggi, condizionando il dibattito e le politiche urbane. Di questo piano rimangono tracce (circa la localizzazione del sistema direzionale orientale), attese edificatorie, saturazioni edilizie. L’asse attrezzato resta nell’immaginario della città e può essere ritenuto come l’ultimo tentativo di legare l’urbanistica all’architettura e l’infrastruttura della mobilità alla forma urbana. Il piano concentrò l’interesse sul settore orientale della città trascurando il rapporto tra Roma e il mare. Anche questo è un suo lascito”. E’ significativo per Pavia che il seminario sia incluso nelle iniziative di approfondimento della mostra del Novantennale dell’INU, “perché il piano del ’62 - ’65 rappresenta un momento importante per la storia dell’Istituto Nazionale di Urbanistica. L'INU di allora seguì da vicino la formazione del progetto di piano, e partecipò attivamente all’intenso dibattito culturale e politico che accompagnò la sua adozione e approvazione. Lo testimoniano i numeri della rivista 'Urbanistica' dedicati a Roma e l’impegno del gruppo dirigente di INU Lazio, da Piccinato a Zevi” Nella pagina dedicata sono disponibili le informazioni e il materiale sugli eventi collegati alla mostra sul Novantennale dell’INU ospitata dal museo MAXXI di Roma. Nella settimana in corso si svolgono il conferimento del Premio “Contratti di Fiume” (3 dicembre, a cura di Francesco Domenico Moccia) e la presentazione del volume “Comunità, Architettura, Urbanistica, Stile ai tempi di Adriano Olivetti 1933 – 1960” (4 dicembre, a cura di Mario Piccinini), di cui saranno rese disponibili le registrazioni.

Andrea Scarchilli - Ufficio stampa Istituto Nazionale di Urbanistica

Immagine in apertura da cittasostenibili.it

42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti