“Su Zevi e l’INU. Prime riflessioni”, 2018, Giuseppe De Luca



[in Antonietta Iolanda Lima (a cura di), Bruno Zevi e la sua eresia necessaria. Atti del Convegno nazionale, Palermo-Catania 23-24 maggio 2018, Dario Flaccovo Editore, Palermo, pp. 111-119]


Il saggio ripercorre il periodo in cui Bruno Zevi è stato Segretario generale dell'Istituto Nazionale di Urbanistica: dal 1952 al 1969, il più longevo Segretario Generale dell'Istituto. La figura del Segretario Generale non è formalmente prevista dallo Statuto dell'INU, ma pensata e forgiata proprio da Zevi "sul campo". A lui, infatti, si deve la lenta e costante ricostruzione di questa figura e la sua reinterpretazione in assenza di un esplicito richiamo statutario.
 

La tesi che il testo sostiene è che Zevi forgia un Segretario “snodo” e “anello interno” di collegamento tra Giunta dell'INU e i membri del Consiglio Direttivo Nazionale, e “filtro politico esterno”, tra la Presidenza nazionale e la base sociale territoriale, organizzata in Sezioni regionali, e il modo istituzionale governativo. Per questo, nonostante la figura non sia presente nello Statuto ha assunto, nel corso del tempo, un ruolo ben riconoscibile e fondamentale nella vita organizzativa dell'INU. Questo si deve proprio al lungo lavoro organizzativo fatto da Zevi.


  • Sezione “Documenti”

  • Sezione “Cronologia”

 • Consulta il testo

© 2020 by PMopenlab srls

Sede Legale, Sede Operativa e Segreteria Nazionale: Via Castro dei Volsci 14 - 00179 Roma